Ulss 6 Vicenza: la realtà dei numeri smentisce le critiche della stampa

1 marzo 2016

2012_newspaper_reader_Santa_Cruz_Argentina_7133646327 small

Da un po’ di tempo a questa parte leggo sul Giornale di Vicenza che la Ulss 6 sarebbe ferma alla preistoria dal punto di vista informatico e spesso leggo frasi che alludono al fatto che buona parte delle responsabilità siano dei fornitori, primo fra tutti Sigma Informatica.

Per diversi mesi mi sono detto: “Lascia perdere e continua a lavorare. Prima o poi il buon lavoro pagherà”.

A distanza di mesi, però, mi rendo conto che il buon lavoro non paga, tanto meno se nessuno sa che buon lavoro è stato fatto e sta venendo fatto dal punto di vista informatico alla Ulss 6.

Già, nessuno lo sa, perché ogni volta che il Giornale di Vicenza riceve qualche “velina” polemica (non so da chi e non so perché), non mi risulta che qualcuno si sia mai preso la briga di fare una telefonata a Sigma per sentire l’altra campana o perlomeno verificare se la situazione fosse vagamente rassomigliante a quella descritta nella “velina”.

Il risultato è che ne esce un quadro non veritiero e non rappresentativo della realtà, con le ovvie conseguenti ricadute sull’immagine della Ulss e di Sigma.

Pertanto, mi sento in dovere di riportare, nel modo più oggettivo possibile, i risultati ottenuti in questi anni (in particolare nel 2015) dalla Ulss 6 mediante l’utilizzo degli strumenti di Sigma.

Sono sicuro che il Giornale di Vicenza, della cui buona fede non ho motivo di dubitare, ne saprà fare buon uso.

  • La Ulss 6 è dotata da anni di strumenti informatici per la produzione in formato elettronico con firma digitale a norma di legge di verbali di Pronto Soccorso, lettere di dimissioni, referti di prestazioni specialistiche e ricette dematerializzate.
  • La Ulss 6 è dotata da anni di un archivio digitale per i referti, nel quale confluiscono tutti i documenti clinici prodotti in formato digitale da tutti i sistemi presenti in ospedale.
  • Dall’entrata in funzione di questo sistema, sono stati prodotti ed archiviati in formato digitale oltre 15 milioni di referti.
  • Nel solo anno 2015 sono stati consultati almeno una volta, dall’interno dell’ospedale, 207.553 documenti clinici in formato elettronico.
  • Dal 2009, tra le prime aziende nel Veneto (e quindi in Italia, perché in queste cose il Veneto fa scuola), la Ulss 6 ha reso disponibile ai cittadini il ritiro dei referti via Internet e tramite le farmacie.
  • Nel solo 2015 sono stati ritirati online dai cittadini 281.674 referti, con un risparmio di Euro 3.380.000 (12 euro a referto stimati dalla Regione Veneto). Nel solo 2015!
  • Dall’entrata in vigore della ricetta dematerializzata per le prestazioni specialistiche ambulatoriali (aprile 2015, un anno prima del resto d’Italia), i sistemi informatici della Ulss 6 hanno gestito circa 3 milioni di ricette.
  • La Ulss 6 è stata una delle prime aziende in Regione ad attivare la possibilità per i cittadini di prenotare via Internet, da casa, le visite specialistiche, tramite il sistema iCUP di Sigma.
  • iCUP è stato il primo sistema di prenotazione online ad essere compatibile con la ricetta dematerializzata
  • La Ulss 6 è una delle due sole aziende sanitarie venete ad avere un sistema di prenotazione delle visite specialistiche per smartphone e tablet: iCUP Mobile di Sigma.
  • iCUP Mobile è l’unico sistema di prenotazione per dispositivi mobili in Italia compatibile con la ricetta dematerializzata.

L’elenco potrebbe continuare a lungo, ma penso sia sufficiente per lo scopo che intendo raggiungere con questo articolo.

Qual è lo scopo? Semplicemente fornire alla stampa e all’opinione pubblica dei dati reali (e non chiacchiere, opinioni o “sensazioni”) sulla base dei quali confrontare lo stato dell’informatica della Ulss 6 con quella delle altre aziende, e capire se è vero che siamo fermi alla preistoria… oppure scoprire che l’erba del vicino non è poi sempre più verde.

Infine una precisazione circa il software in uso presso il Pronto Soccorso.

Ho letto in diverse occasioni nel Giornale di Vicenza che, dopo il fallimento del progetto Alert (per cause non dipendenti da Sigma, anche se i danni alla Ulss li abbiamo dovuti pagare comunque noi), sarebbe stato ripristinato un “vecchio software di Sigma” che risulterebbe essere inadeguato.

Anche in questo caso, una semplice telefonata (che non ho mai ricevuto) sarebbe bastata per scoprire che non è vero!

Anzi, bastava una banale ricerca su Google, dato che la notizia è stata pubblicata nel sito di Sigma due anni e mezzo fa: http://www.sigmainformatica.com/alla-ulss-6-di-vicenza-e-attivo-il-nuovo-pronto-soccorso-di-sigma/

Il software attualmente in uso è un nuovissimo software di Sigma ed è stato uno dei primi in Regione Veneto ad essere conforme a tutti i nuovi obblighi inseriti dalla famosa “delibera Zaia” dell’estate 2014.

Leggo sempre nel Giornale di Vicenza che questo software lascerebbe in panne gli operatori un giorno sì e un giorno no, costringendoli a tornare alla vecchia formula “carta e penna”.

E’ vero, ci sono stati alcuni problemi di stabilità del sistema. Si tratta pur sempre di un sistema nuovo, con alcuni fisiologici problemi di gioventù. Problemi resi ancora più difficili da gestire dalle continue modifiche richieste o imposte a vario livello dalla Ulss, dalla Regione o dal Ministero, che non facilitano certo la stabilizzazione di un sistema informatico.

Ma anche in questo caso, preferisco far parlare i numeri.

Negli ultimi 5 mesi, il sistema è stato accessibile e disponibile per il 99,95% del tempo.

Per i non esperti di informatica, un software si considera “molto affidabile” quando garantisce una disponibilità del 99,9%.

Si può fare di meglio? Sì, certo, si può sempre fare di meglio ed è quello che tutta la nostra squadra cerca di fare ogni giorno.

Certo, il lavoro sarebbe più semplice se non si diffondessero informazioni imprecise con così tanta enfasi.

E come più volte ricordato, basta una telefonata per verificare certe informazioni. Sigma ed io stesso siamo sempre a disposizione per fornire chiarimenti.

 

Marco Pozzo

Il Presidente

Sigma Informatica